Appunti

Fra gli appuntamenti più interessanti del calendario palermitano, la Settimana delle Culture torna per la sua ottava edizione dall’11 al 19 maggio, con i suoi quasi trecento eventi fra mostre, spettacoli, proiezioni eccetera. Leggi tutto

Appunti

Nel cuore del centro storico di Palermo, il Teatro Bellini è fra i più antichi della città, essendo stato costruito al principio del Settecento. Dopo essere rimasto chiuso a lungo, lo scorso aprile è stato riaperto al pubblico, grazie alla collaborazione tra i proprietari e la Cooperativa Turistica Terradamare. Leggi tutto

Appunti

Se state cercando un’idea per una scampagnata di primavera – che in questo periodo si susseguono praticamente una dopo l’altra! – una buona destinazione può essere il lago di Piana degli Albanesi (Piana è una delle destinazioni delle nostre corriere: clicca QUI per conoscere gli orari delle corse). Leggi tutto

Appunti

I più fortunati potranno concedersi una lunga vacanza da Pasqua, il 21 aprile, fino al 5 maggio. I ponti di primavera consentono infatti, con una settimana di ferie, di riposare per due – in uno dei periodi meteorologicamente più favorevoli dell’anno, fra l’altro. Anche chi non potrà concedersi una sosta così lunga, tuttavia, può approfittare della felice combinazione fra domeniche e giorni festivi, fermandosi dal 20 al 22 o dal 25 al 28 aprile, dal 28 aprile all’1 maggio oppure, ancora, dall’1 al 5 maggio. Leggi tutto

Appunti

Un fine settimana per andare alla scoperta del prezioso patrimonio di arte e cultura del nostro Paese. Le giornate di Primavera del FAI, sabato e domenica prossimi, sono un’occasione imperdibile per organizzare una bella gita con amici e parenti. Leggi tutto

Appunti

In una terra di consolidata tradizione enologica come la Sicilia, la birra è stata a lungo un prodotto di nicchia, ancorché molto amato. Da qualche anno, invece, si è affermata e sempre più allargata la produzione di birre artigianali, un trend consolidato in Italia e all’estero che ha conquistato anche il pubblico siciliano. Leggi tutto

Appunti

Perlopiù i nomi delle strade sono quelli di personaggi famosi, di santi e generali, patrioti e monarchi, ma anche di fiori, frutta o animali. Spesso i nomi sono legati alle attività prevalenti di una zona o alla presenza di un edificio prestigioso, ad esempio c’è in tante città una Piazza delle Erbe, per indicare la piazza in cui si svolge il mercato di frutta e verdure, o una Piazza Duomo. Leggi tutto

Appunti

Si intitola “Viaggio, racconto, memoria” la mostra che da pochi giorni e fino al prossimo 28 luglio raccoglie quasi 200 scatti del fotografo bagherese Ferdinando Scianna, in quella che è la prima retrospettiva a lui dedicata. La mostra è uno dei grandi appuntamenti artistici del 2019 ed è allestita presso la Galleria di Arte Moderna di Palermo. Mette insieme decine di foto a bianco e nero, ripercorrendo la lunga carriera di Scianna, iniziata durante gli studi universitari e via via sviluppatasi in diverse direzioni, dalla foto “di strada” ai reportage fino alla moda.
La mostra, organizzata da Civita e curata da Paola Bergna, Alberto Bianda e Denis Curti, è stata allestita in forma di percorso narrativo, con diversi capitoli e diverse modalità di allestimento, e le immagini sono inframmezzate da didascalie e brevi testi.

Si inizia dai primi scatti, quelli che negli anni Sessanta raccontavano Bagheria, Aspra, i familiari e gli amici, le feste di paese per andare poi alle foto realizzate all’estero, da Valencia a Lourdes a Parigi. Ci sono i ritratti di personaggi famosi come Leonardo Sciascia (che scrisse il testo del volume Feste religiose, pubblicato nel 1965 e che valse a Scianna il premio Nazar), Henri Cartier-Bresson, Jorge Louis Borges, Roland Barthes, Milan Kundera e Monica Bellucci, e gli iconici scatti realizzati alla fine degli anni Ottanta per Dolce e Gabbana. I due stilisti gli affidarono la loro prima campagna pubblicitaria e la modella era l’olandese Marpessa Hennick che, splendida e giovanissima, grazie agli scatti di Scianna divenne un’icona mediterranea.

La mostra si visita dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 18.30. I nostri clienti possono agevolmente raggiungere la Galleria di Arte Moderna dalla fermata di via Roma. Per ulteriori informazioni, clicca QUI.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO