Appunti
Domenica di Pasqua sotto gli archi

Domenica di Pasqua sotto gli archi

Cosa c’è di meglio di una gita in pullman per Pasqua? Se la primavera, finora un po’ timida, non ci tradirà, il primo fine settimana di aprile può essere l’opportunità di “inaugurare” le gite fuoriporta che segnano l’avvio della bella stagione. Magari noleggiando un pullman per spostarsi con gli amici!
Se, oltre al bel tempo, vi serve anche un suggerimento per una destinazione, vi accontentiamo subito: niente mete “gettonate”, per noi, ma un tuffo nella tradizione siciliana in un angolo remoto e suggestivo della provincia di Agrigento. San Biagio Platani, poco più che un villaggio nel cuore dei Monti Sicani, domenica 5 aprile, ripropone una delle sue usanze più antiche e pittoresche, vale a dire l’Incontro fra Cristo risorto e la Madonna, all’ombra di giganteschi Archi di Pasqua.

Si tratta di una tradizione che ha ben tre secoli di storia, arricchita quest’anno da un elemento di modernità: la seconda edizione di Architetture di Pane. Sacralità e Contemporaneità un progetto di promozione del territorio (realizzato con il contributo dell’Assessorato BB.CC.AA e Identità Siciliana) che combina tradizione religiosa e arte contemporanea. Attraverso di esso l’Amministrazione comunale si propone di promuovere e valorizzare l’antica tradizione degli Archi di Pasqua coinvolgendo artisti locali (Carmelo Navarra, Salvatore Virone) che lavorando in simbiosi con due fra i più affermati artisti italiani (Rosario Bruno, Lorenzo Reina), intrecciano la tradizione artigianale all’arte contemporanea.

L’allestimento degli archi lungo il corso principale è curato dai membri delle opposte confraternite dei Madunnara e dei Signurara che, in competizione fra loro, decorano grandi archi di rami di salice e canne con fronde fiorite, ramoscelli di alloro e di rosmarino, forme di pane modellato, frutti, spighe, mosaici di legumi e cereali ecc. L’imponente struttura che ne risulta simboleggia la navata di una grande chiesa. Nella parte centrale, dopo aver percorso le vie del paese in due distinte processioni (partenza alle 9.30) domenica intorno alle 10.30 si incontreranno le statue di Gesù e Maria, rinnovando in questo modo la gioia della Resurrezione in uno scenario dal sapore agreste, che celebra le ricchezze di questo angolo di territorio siciliano. Oltre agli Archi di Pane saranno svelate al pubblico le opere d’arte contemporanea realizzate.

San Biagio Platani è un tipico paese dell’entroterra siciliano, annidato fra le colline della provincia di Agrigento (dista circa 40 km dal capoluogo). La sua storia ha inizio con la fondazione nel 1635, gli unici edifici di rilievo sono le due chiese settecentesche di San Biagio (la Madrice) e del Carmine. Interessante il territorio, che si può esplorare (anche a cavallo o in bicicletta) insieme alle guide della Pro Loco, associazione che organizza gradevoli passeggiate, ad esempio lungo la “via delle arance” nella vallata del fiume Turvoli (per informazioni collegarsi al sito www.prolocosanbiagioplatani.it). Un posto speciale meritano ovviamente i sapori: siamo in una zona che basa la propria economia quasi interamente sull’agricoltura e sull’allevamento, realizzando prodotti che, ben prima che il concetto divenisse attuale, nascono dal rispetto dei cicli naturali e dell’ambiente: è possibile fare scorta di ricotta e formaggi, miele, erbe aromatiche, olio d’oliva di rustica bontà e genuinità, frutto di lavorazioni tradizionali e di un territorio ancora largamente incontaminato e in parte protetto da vincoli, come nel caso della vicina riserva di Monte Cammarata.

Gli archi resteranno allestiti fino al prossimo 3 maggio e fino ad allora ogni sabato ci saranno concerti live e ogni weekend percorsi d’arte e del gusto.

Per informazioni chiamare lo 0922 918910 o 0922 918907, consultare la pagina Facebook dedicata all’evento o il sito internet

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO