Appunti
Ospite a Palermo, cosa fare nel week end. 21 nov 2014

Ospite a Palermo, cosa fare nel week end. 21 nov 2014

Qualche settimana fa il nostro spazio dedicato alle attività per il weekend ha suscitato grande interesse presso i lettori del nostro blog. Così abbiamo deciso di riproporlo, visto che comunque non mancano davvero gli spunti per passare piacevolmente sabato e domenica.

Per cominciare, ci sono numerose passeggiate per conoscere meglio il centro storico di Palermo, uno dei più vasti e vari d’Europa.
Il Parco Letterario Giuseppe Tomasi di Lampedusa e l’Onlus Palermo aperta a Tutti organizzano sabato una passeggiata fra la Loggia e la Kalsa, arricchita da letture di passi scelti da I Ricordi d’infanzia e da Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa. La passeggiata si chiama Tra le due case del Principe: a Palermo sulle tracce del Gattopardo parte alle 16 da piazza XIII vittime, costa € 7.50 a persona e si prenota chiamando 327 6844052. Sempre sabato si può prendere parte alla visita guidata alla Chiesa del Gesù con Jean Paul Barreaud, per conocere nei dettagli una delle chiese barocche più belle della città (inizio alle 15, costo € 5, prenotazioni: siciliasvelata@gmail.com).

Caccia alle streghe, tra brividi e incanti

Caccia alle streghe, tra brividi e incanti

Ancora, domenica sera, ecco Caccia alle streghe tra brividi e incanti, un percorso che inizia con la visita notturna e la rappresentazione teatralizzata, a cura degli Amici dei Musei Siciliani, delle vicende dei prigionieri dello Steri. Disegni, graffiti e poesie serviranno alle fattucchiere e agli eretici per raccontare l’orrore dell’Inquisizione. A seguire, passeggiata fra i vicoli della città, alla scoperta di antichi rituali e spiriti narranti (ritrovo in piazza Marina, costo € 15, informazioni 320 2267975).

Assai suggestivo anche l’itinerario proposto da Palermo Cultour: si parte da uno dei tesori sotterranei più affascinanti di Palermo: la Catacombe Paleocristiane di Porta D’Ossuna, per proseguire poi all’interno del mercato del Capo per vedere la barocca Chiesa dell’Immacolata Concezione, il Palazzo Serenario “la Torre Albamonte” che, secondo la descrizione del Natoli nel romanzo I Beati Paoli era la dimora del nobile Raimondo duca della Motta. La misteriosa congrega, sempre secondo lo scrittore, si muoveva e si riuniva nel sottosuolo di Palermo, sfruttando un reticolo di cunicoli e caverne appartenenti ad un’antica necropoli cristiana situata tra la chiesa di Santa Maruzza e il vicolo degli Orfani, che si visiterà insieme (inizio 10.30, costo € 15, info 380 6523494).

Per approfondire la storia della comunità ebraica di Palermo si può partecipare domenica alla passeggiata Alla scoperta dell’antico Quartiere Ebraico di Palermo all’interno di quel che resta in città dei borghi della Guzzetta e della Meschita, abitati per diversi secoli dagli Ebrei, fino alla loro espulsione avvenuta alla fine del ‘400. L’itinerario seguirà tutto il perimetro dell’antico quartiere ebraico, scovandone le tracce più o meno nascoste e terminerà con la visita al suggestivo Chiostro della Magione, XII secolo, che conserva una testimonianza tangibile della secolare presenza ebraica a Palermo (raduno Piazza Pretoria 10.30, costo € 10). Nello stesso giorno si svolge la mostra mercato di artigianato I Mercanti della Meschita (Archivio storico comunale, ore 10-20).

Infine, chi preferisce conoscere l’ambiente naturale della grande montagna che sovrasta Palermo può optare per i percorsi proposti domenica dal CAI di Palermo. Ci saranno tre diverse possibilità, di difficoltà variabile, è obbligatorio prenotare chiamando 328 8221187 o 338 9745353.

Doppio Fronte. Oratorio per la Grande Guerra

Doppio Fronte. Oratorio per la Grande Guerra

Chi non ha tanta voglia di camminare può optare per il teatro: sul palcoscenico del Libero, a piazza Marina, va in scena Il coraggio di uccidere, una tragedia contemporanea di Lars Norén (sabato ore 21.15, ingresso € 16, prenotazioni allo 091 6174040), mentre al Biondo si può ascoltare il racconto della Seconda Guerra Mondiale di Moni Ovadia, che interpreta Doppio Fornte. Oratorio per la grande guerra di Lucilla Galeazzi (sabato alle 21, domenica alle 17.30, biglietti da € 11, info allo 091 7434341).
Decisamente più leggero lo spettacolo di Marco Marzocca e Stefano Sarcinelli al Teatro Jolly: Ciao Signò è uno spettacolo esilarante che mette insieme alcuni dei più famosi personaggi creati da Marzocca, a cominciare da quello del domestico filippino Ariel (alle 21.15, biglietto € 18 – 20, informazioni 0916376336 e 091 6377377).

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO