Notizie

Vacanze di Natale, prospettive di viaggio e corridoi turistici

Le vacanze di Natale si avvicinano e, con loro, i primi progetti sulle possibili destinazioni per questa fine del 2021, abbinate ai consueti interrogativi sulle attuali condizioni di viaggio in Italia, Europa e nel mondo.

Ad oggi, i paesi in cui si può viaggiare sono sicuramente di più rispetto a dicembre dell’anno scorso, permettendo così alle famiglie italiane di programmare la propria vacanza Natalizia: secondo le ultime disposizioni del Ministro della Salute, valide per ora fino al 15 dicembre, in possesso di Green Pass si potrà viaggiare tranquillamente in tutta Italia, zona bianca, e in Europa previa compilazione di appositi moduli relativi all’ingresso nel determinato paese e, successivamente, di rientro in Italia. Sarà saggio, comunque, informarsi in maniera approfondita prima di intraprendere viaggi in Europa, verificando eventuali richieste di test antigenici (come nel caso del Regno Unito, che lo richiede dopo due giorni dall’arrivo sul suolo britannico) ed eventuali chiusure interne (come l’Austria, attualmente in lockdown totale fino al 12 dicembre).

Per coloro che hanno in mente mete più esotiche, attualmente non accessibili per turismo, sono in via di sperimentazione i “corridoi turistici Covid-Free”, istituiti mediante ordinanza del 28 settembre 2021: secondo questa formula, con l’acquisto di pacchetti presso operatori turistici (viaggio + pernottamento presso strutture turistiche selezionate e appositamente autorizzate), sarà possibile recarsi presso località come Aruba, Maldive, Repubblica Dominicana oppure Egitto seguendo un iter comprendente non soltanto l’esibizione del Green Pass ma anche di test antigenici prima, durante e dopo il soggiorno. Tale formula permette di avere accesso a questi luoghi per vacanza senza vincoli e senza obbligo di isolamento fiduciario (ovviamente se si risulta negativi a tutti i test effettuati), sperimentando così una tipologia di viaggio più controllata e organizzata che potrebbe rappresentare un’ancora di salvezza per il turismo soprattutto nel settore dei viaggi di nozze.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO