Gusti-Bus

Gustibus: gelo di mellone

L’estate si avvicina, e con questa uno dei dessert tipici dell’area di Palermo: stiamo parlando del gelo di mellone, un dolce al cucchiaio a base di anguria che non può non essere provato durante un’esperienza di vacanza in Sicilia. Oggi il nostro Gustibus si ferma proprio qui e, come di consueto, addentriamoci nella ricetta e nelle origini di questo dolce tipico.

Partiamo dal nome di questo dolce, alquanto contraddittorio per il resto d’Italia: “gelo di mellone” lascerebbe intuire che l’ingrediente principale sia il melone, ossia quello a polpa gialla, diverso dall’anguria, chiamata cocomero. In Sicilia l’anguria viene invece chiamata proprio “muluni”, e da questo termine deriva la professione del “mulunaro”, ossia chi vende le angurie migliori, esperto nel riconoscerle da una sola pacca sulla buccia. Altro fraintendimento si trova nel termine “gelo”, facilmente fraintendibile con il gelato: la consistenza di questo dolce in realtà è bel diversa, più simile ad un budino che, dipende dalla zona dove viene realizzato, assume un carattere più o meno compatto e gelatinoso.

Sulla natura di questo dolce vi sono pareri discordanti, in quanto se ne fanno risalire i natali a due diverse dominazioni del passato: una, infatti, deriva dall’insediamento albanese in Sicilia, popolo abituato a coltivare questo frutto anche nella loro terra in quanto ricca di acqua, l’altra invece fa risalire agli arabi la ricetta del dolce, soprattutto per quanto riguarda alcuni dei suoi ingredienti principali, come la cannella, la guarnizione con granella di pistacchio e l’acqua al gelsomino (fiore di origine araba) derivante dalla macerazione dei fiori in acqua per un giorno intero.

La freschezza dell’anguria, unita all’aroma fragrante ed esotico degli altri ingredienti, rende il gelo di mellone uno dei dolci tipici dell’estate siciliana, nel dettaglio palermitana, generalmente gustato in una ciotola oppure utilizzato per guarnire torte o crostate.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO