Notizie

Nasce “Enjoy Barocco – Sicilian Experience”

I luoghi del Barocco della Sicilia Sud-Orientale, già riuniti nel GAL Terra Barocca, si uniranno presto in una nuova unica destinazione, a conclusione del progetto “Enjoy Barocco – Sicilian Experience”, giunto ormai alle stesure finali. 

I comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Ispica e Santa Croce Camerina, infatti, hanno aderito a questo innovativo masterplan di sviluppo turistico, dopo essersi uniti nel Gruppo di Azione Locale volto a creare una strategia di sviluppo dal basso verso l’alto, incentrata sull’architettura barocca tipica della zona, considerata Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco

La nuova “maxi-destinazione” turistica di “Enjoy Barocco” avrà l’obiettivo di dare ulteriore solidità alle realtà dei cinque comuni sopracitati, aumentandone la visibilità e il riscontro internazionale, trasformando l’area in un polo turistico unico e ben strutturato, incentivando così i viaggi in Sicilia

Questa particolare e unica zona della Sicilia era già stata al centro di una grande novità con l’inaugurazione quest’estate di un itinerario specifico tra le vie del Barocco, dedicata agli appassionati di architettura e cultura e non solo: gli stessi territori, infatti, sono anche legati a doppio filo con il mondo della letteratura, essendo le location dei libri e delle fiction della saga del Commissario Montalbano di Andrea Camilleri. 

I cinque comuni di “Enjoy Barocco – Sicilian Experience” punteranno anche su altri aspetti che accomunano l’area, che naturalmente non possono essere trascurati: si parla infatti delle coste titolari di bandiere blu, come Ispica, Pozzallo e Marina di Ragusa, e di luoghi dalla profonda e interessante cultura enogastronomica, data la grossissima presenza di vigne, mandorleti e produzioni d’eccellenza tipici della zona.

Dopo Agrigento e i suoi numeri sul turismo di quest’estate, la Sicilia si prepara dunque nuovamente a far parlare di sé, incrementando e strutturando la sua offerta turistica basandosi sulle bellezze e le possibilità dell’area Sud-Orientale, che sicuramente non mancano. 

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO