Appunti

Gusti-Bus: la granita siciliana, regina dell’estate

Ormai l’estate è arrivata e il nostro viaggio in Sicilia sul Gusti-Bus non poteva non prevedere una fermata riguardante la granita siciliana, dolce rinfrescante tipico della Sicilia Orientale.

La storia della granita siciliana è, infatti, particolarmente legata a quella dell’area di Catania e Messina, luogo dove si possono trovare le vette più alte dell’isola. Ma perché la storia della granita è legata a quella delle montagne? È presto detto! Durante l’inverno dei lavoratori chiamati “nivaroli” andavano in spedizione sull’Etna, sui monti Peloritani o sui Nebrodi per raccogliere la neve fresca da portare in città o nelle zone pianeggianti.

Tale neve veniva conservata nelle “neviere”, ossia dei buchi nel terreno coperti di cenere o paglia costruiti in zone dove vi era meno caldo, in modo tale da poterla conservare per tutta l’estate. Nel corso degli anni le neviere hanno assunto dimensioni più grandi e una forma diversa, sempre più idonea a proteggere dal caldo. La necessità di raccogliere la neve era strettamente correlata al caldo torrido estivo: era abitudine dei nobili, infatti, quella di rinfrescare le calde giornate con della neve cosparsa di succo di limone o aromatizzata con sciroppi.

Nell’800 tale tradizione ha preso ulteriormente piede, con l’ausilio di alcuni ingredienti tipici della Sicilia come le mandorle, i gelsi o il caffè. Nella zona di Siracusa, infatti, è protagonista la variante alla mandorla (nel modicano si va ancor più nel dettaglio con l’uso della mandorla tostata), nel messinese con il fico d’india, alle pendici dell’Etna quella al pistacchio; piccola eccezione che ci porta dall’altro lato della Sicilia è quella della granita ai gelsi neri, protagonista delle estati di Trapani e San Vito. L’aggiunta di ingredienti freschi e l’evoluzione della tecnica originaria hanno portato la granita a distaccarsi dalla sorella “grattachecca” romana, nata agli inizi del Novecento. Altra distinzione va fatta dal sorbetto o dal gelato, sebbene la granita stessa ne risulti l’antenata.

Portatrice di una tradizione ultracentenaria, legata profondamente al territorio e ai mestieri tipici della Sicilia Orientale, la granita risulta la panacea al caldo estivo siciliano, che isolani e turisti non possono fare a meno di amare.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO