Visitare Palermo

Mondello, come nasce la spiaggia di Palermo?

Icona dell’estate palermitana, Mondello è il borgo marinaro della città, quartiere direttamente sul mare e, per questo, meta turistica per eccellenza dell’estate.

Difficile a credersi, fino alla fine del 1800, Mondello non era altro che una conca paludosa con terreni fangosi e inospitali nelle zone circostanti, eccezion fatta per un piccolo villaggio di pescatori di cui ancora sorgono le testimonianze. Fin dagli arabi, tuttavia, l’area era stata utilizzata come postazione di vedetta grazie alla collocazione strategica delle estremità del golfo, pertanto Mondello (chiamata dagli arabi Marsa ‘at Tin, ossia Porto del Fango appunto) ha da sempre rappresentato un centro di interesse nonostante le sue caratteristiche poco accoglienti.

La trasformazione di Mondello è dipesa prevalentemente dallo status della città di Palermo nel 1800: all’epoca l’area metropolitana era un importante centro per l’economia di tutta Europa e nelle sue vie si erano stabiliti nobili e commercianti di alto lignaggio, motivo per cui si fece avanti l’ipotesi di bonificare la zona paludosa situata a ovest della città non solo al fine di costruire nuove abitazioni e ville ma anche per creare un nuovo punto di collegamento dal mare.

Su iniziativa del Principe Francesco Lanza di Scalea, nel 1891 venne avviata l’attività di drenaggio delle acque paludose e nel giro di pochi anni la zona divenne sempre più abitata, fino a diventare nei primi decenni del 1900 uno dei principali esempi dell’architettura Liberty in città, per via delle ville sontuose che vennero costruite lungo la costa. In pochi anni l’area venne considerata un vero e proprio paradiso terrestre, che venne messo sempre più a disposizione della città con la creazione dei primi centri balneari, fruibili ancora oggi.

Nel corso degli anni il quartiere è diventato il centro della vita estiva della zona, con importanti eventi sportivi e culturali: ad oggi Mondello è una tappa fondamentale per chi vuole visitare Palermo, grazie al mare cristallino e alla peculiarità e vivacità del borgo marinaro, che sorge tra il mare e le pendici di Monte Pellegrino.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO