Visitare Palermo
Pasqua a Palermo e dintorni

Pasqua a Palermo e dintorni

Tra poco più di un mese è Pasqua, occasione perfetta per un viaggio last minute verso località più o meno vicine. La Sicilia, da questo punto di vista, presenta molti spunti, complice la vicinanza tra diverse mete d’interesse e clima che vira già verso l’estate.

Tra le mete più amate della Sicilia spicca Palermo, sia per la semplicità con cui si può raggiungere il centro città dall’Aeroporto Falcone e Borsellino ( che dista pochi km) sia per la varietà di scenari dell’area circostante, che propone scenari sempre diversi e ideali per chi decide di passare qualche giorno nella zona del capoluogo siciliano.

Di seguito, quindi, una serie di piccoli suggerimenti per un weekend fuori porta in occasione della Pasqua, dedicato a chi visita la città e i suoi dintorni per la prima volta o a chi ci vive, pronto a scoprirla e riscoprirla ogni volta.

Palermo
Palermo ha una storia plurimillenaria costellata dal passaggio delle più importanti civiltà del passato: ognuna di queste ha lasciato un’impronta profonda in città, influenzandone non solo l’architettura ma anche la cultura e…il cibo, ovviamente!

Esempio cardine di questa commistione tra culture diverse sono le chiese della città, simbolo di un suggestivo e vincente mix di culture e tradizioni, che regalano agli occhi uno spettacolo unico, affascinante e mai banale. Passeggiando in centro si può incontrare la Cattedrale, la Cappella Palatina o la Martorana, che combinano con eleganza e armonia il gotico, arabo normanno, bizantino e barocco.

Oltre alle chiese, la città propone musei dedicati alla storia e all’archeologia della città (il Museo Salinas, ad esempio) o curiosi e atipici punti d’interesse come le Catacombe dei Cappuccini, che attira l’attenzione dei visitatori fin dalla gloriosa epoca dei grand tour del XVII secolo.

Per immergersi nell’essenza stessa della città è caldamente consigliato un tour tra i mercati del centro storico, occasione perfetta per scoprire il cibo tipico siciliano tra street food e specialità di stagione: Vucciria, Ballarò e mercato del Capo presentano ancora una forte impronta della storica tradizione dei mercati, immersi tra prestigiosi palazzi antichi e viuzze acciottolate.

Mondello e Cefalù
Scegliere la località balneare più rappresentativa nei dintorni di Palermo è davvero difficile, sia andando verso est sia verso ovest il panorama è costellato di spiagge e lidi più che caratteristici, pertanto ecco due tra le località più celebri.

Mondello è forse il borgo marinaro più celebre, un quartiere vero e proprio della città, separato solo dal Parco della Favorita: ideale per un break in spiaggia durante tutto l’anno, ad aprile non sarà raro trovare bagnanti intenti a fare una nuotata con il primo sole caldo.

Cefalù, invece, è la meta ideale per una passeggiata a lungo raggio: sebbene sia nettamente più distante, la cittadina merita di essere scoperta sia per la sua lunga e bianca spiaggia sia per le bellezze del suo borgo, ritenuto uno dei più belli in Italia.

Parco delle Madonie
Per chi ha qualche giorno in più da passare in Sicilia, una visita al Parco delle Madonie è indispensabile per scoprire la flora e la fauna dell’isola nelle sue zone ad alta quota.

La dorsale montuosa delle Madonie, poco sopra Cefalù, propone paesaggi mozzafiato, passando tra boschi di faggi, rifugi sulla neve e tipici paesini di montagna: la natura isolana delle Madonie però non tarda a svelarsi quando, tra le diverse tipologie di escursioni disponibili, sarà possibile individuare fossili di alghe, conchiglie e licheni.

Fiore all’occhiello del Parco delle Madonie è Gangi, piccolo borgo medievale ancora circondato da mura, da cui si gode una vista mozzafiato.

Come si può intuire da questa breve panoramica, i dintorni di Palermo sono ricchi di luoghi d’interesse e rappresentano una variegata e versatile cartolina della Sicilia occidentale, che di certo non si esaurisce nell’area del palermitano. La città resta comunque un importante centro d’interesse e punto di snodo verso le altre località, perfetto e suggestivo punto di partenza per conoscere meglio la regione.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO