Appunti
Cinque pietanze per l’estate siciliana

Cinque pietanze per l’estate siciliana

La cucina siciliana viene a volte considerata “pesante”, una definizione che tuttavia non le rende per nulla giustizia. Se è vero, infatti, che alcune pietanze sono obiettivamente molto ricche – pensiamo agli anelletti al forno, ad esempio, con il tripudio di ragù, uova e salumi – è vero altrettanto che spesso la pesantezza è dovuta alla ricchezza delle porzioni! Allo stesso tempo, però, non mancano le ricette più leggere ed estive, ed è proprio a queste che dedichiamo oggi il nostro blog. Ecco allora le 5 pietanze estive della cucina siciliana.

Insalata “vastasa”
Tecnicamente è un antipasto, ma possiamo considerarlo senz’altro un piatto unico, perfetto per le tavolate estive. Si prepara con patate e fagiolini lessi, cipolla rossa (cruda o infornata), pomodori e olive. Il nome deriva da “vastaso”, vale a dire “colui che porta” (così venivano chiamati anticamente i facchini). Una parola che, nel tempo, ha assunto anche valenza negativa, stando a indicare una persona sboccata o volgare. Nel nostro caso, però, il piatto non ha assolutamente nulla di negativo, anzi!

Pasta con i “tenerumi”
Può sembrare strano, ma uno dei più caratteristici piatti estivi siciliani è una minestra. Si gusta tiepida, beninteso, ma minestra è. D’altro canto l’ingrediente principale, le tenere foglioline della pianta di zucchina lunga, si trova proprio in questo periodo. Delicata e saporita, è un must.

Spaghetti “picchiu pacchiu”
Si tratta di un piatto tipico di Palermo. Gli spaghetti vengono conditi con una salsa saporitissima preparata con i pomodori maturi, la cipolla e il basilico. Il nome così particolare ha un’etimologia sconosciuta, secondo alcuni è onomatopeico e richiama il sonoro scoppiettio che fanno i pomodori quando vengono versati nel tegame sul fuoco.

Caponata con tonno fresco
Gustosa variante della classica e celeberrima caponata di melanzane, questa pietanza riunisce in sé sapori e profumi tipici dell’estate siciliana. Protagoniste assolute le melanzane, a cui si aggiunge però il pesce, per un piatto davvero completo. Volendo la si può servire anche come antipasto, ma se si aggiunge un po’ di riso o couscous può anche essere uno squisito piatto unico.

Gelo di “mellone”
Uno dei dessert più classici della cucina palermitana, il gelo di mellone viene consumato anche in tutto il resto della Sicilia. La sua invenzione risale probabilmente alla dominazione araba. È un dolce al cucchiaio preparato con succo dell’anguria e gocce di cioccolato. Si può anche utilizzare per preparare squisite crostate estive, sostituendolo alla marmellata / crema.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO