Appunti
5 spiagge siciliane da non perdere

5 spiagge siciliane da non perdere

Siamo giunti a quel periodo dell’anno in cui il principale desiderio della maggioranza delle persone è andare al mare. Abbiamo deciso di venire loro incontro, allora, fornendovi cinque suggerimenti, cinque spiagge per vivere un weekend al mare – magari, se viaggiate con amici, noleggiando un pullmino (clicca QUI per richiedere un preventivo su misura per le tue esigenze). Abbiamo scelto, come vedrete, di indicare destinazioni non scontate, spiagge più defilate o comunque meno note rispetto a quelle più celebri e frequentate.

Spiaggia di Caldura
La bella Cefalù vanta un pregevole lungomare dal quale si accede comodamente alla sua rinomata spiaggia di sabbia. Proprio per la sua accessibilità e per la qualità dei fondali, che si abbassano in maniera graduale, questa spiaggia è molto frequentata. Se non gradite la folla e non vi interessa poter fruire dei servizi degli stabilimenti, vi consigliamo di ripiegare sulla spiaggetta di Caldura. All’ombra dell’omonima antica torre, si trova a ovest del centro storico. È composta di sabbia e ciottoli, vi sono alcune rocce dalle quali è possibile tuffarsi.

Baia di Cornino
Per andare a San Vito Lo Capo, premiatissima località balneare dell’occidente siciliano, inevitabilmente si passa da Custonaci, un piccolo paese dall’assolata atmosfera africana. Piuttosto che la splendida spiaggia sabbiosa di San Vito (o in aggiunta a essa!), vi consigliamo di scegliere quella della baia di Cornino, alle pendici di Monte Cofano, non lontano da Custonaci. Qui si può scegliere di fruire dei servizi dei lidi attrezzati oppure fermarsi presso la scogliera naturale.

Spiaggia di Marianelli
Sul litorale di Noto non v’è che l’imbarazzo della scelta, per chi desidera trascorrere una giornata al mare. Basta citare la riserva naturale di Vendicari, zona di grande bellezza e ricchezza ambientale, con alcune spiagge molto rinomate come quella di Cala Mosche. La nostra alternativa si trova a circa 1000 metri di distanza da quest’ultima, procedendo verso nord, per arrivarci occorre fare un po’ di strada a piedi. La spiaggia di Marianelli è bassa e sabbiosa, orlata di dune punteggiate di basse piante mediterranee. Non è attrezzata ed è generalmente molto tranquilla e riservata.

Torre Salsa
Non lontano dalla celebre scogliera bianca di Scala dei Turchi, probabilmente uno dei luoghi più frequentati e fotografati della costa meridionale siciliana, Torre Salsa si trova in territorio di Siculiana, all’interno dell’omonima riserva naturale. Lunga ben sei chilometri e orlata di vegetazione, vanta anch’essa alcuni tratti di candide falesie di pietra calcarea, che si alternano a dune soffici. Il mare è molto pulito, trasparente, di un’intensa tonalità turchina… e freddo.

Cala Mazzo di Sciacca
Scopello e la riserva naturale dello Zingaro sono fra le destinazioni balneari più frequentate del golfo di Castellammare. Per il nostro weekend, il suggerimento è di “bypassare” queste due destinazioni, pur assolutamente splendide e meritevoli (magari ci potrete tornare in un’altra occasione) e ripiegare invece su Cala Mazzo di Sciacca. Si tratta di una caletta non molto grande, a ridosso della riserva e che, proprio come questa, è caratterizzata da acque cristalline. Indispensabili maschera, pinne e boccaglio per ammirare i bei fondali.

Condividi

Related Posts

Un commento

  1. Giacomo Scognamillo

    5 Luglio 2019 at 16:39

    Bellissima idea !

    Reply

Rispondi a Giacomo Scognamillo Cancella risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO