Appunti
Torna Le Vie dei Tesori a Palermo

Torna Le Vie dei Tesori a Palermo

Persino il carcere e l’ex aeroporto militare. Per la sua dodicesima edizione palermitana, Le Vie dei Tesori si arricchisce di siti nuovi e diversi: terrazze, campanili, chiese sconosciute, palazzi privati, giardini, ex fabbriche, manifatture artigiane. Sono 130 quest’anno i luoghi che saranno aperti nei cinque weekend compresi tra il 5 ottobre e il 4 novembre a Palermo, per questa che negli anni è diventata per la città la più grande manifestazione dedicata alla promozione del patrimonio culturale, anche perché, oltre all’apertura dei luoghi, propone un fitto programma di eventi, a partire dagli oltre cento tour d’autore guidati da esperti, botanici, giornalisti, scrittori: ognuno avvierà un suo viaggio inedito alla scoperta di una Palermo sconosciuta, annodando tracce, tradizioni, leggende, suggestioni; ma anche un Festival Kids per i bambini, con speciali laboratori a tema.

E poi l’Itinerario contemporaneo, curato da Paola Nicita, che scopre gallerie private che ospitano mostre e installazioni, spesso ideate apposta per Le Vie dei Tesori; la Notte Unesco, con la Fondazione Unesco Sicilia, che apporrà una “coda” al festival (9-11 novembre) con un weekend dedicato ai siti del percorso arabo normanno, un progetto sulla valorizzazione di vecchi e nuovi artigiani. Inoltre alcuni eventi speciali come quello proposto da Planeta: l’azienda vinicola organizzerà delle visite esclusive, condotte da un ospite d’onore, in alcuni luoghi d’arte, seguita da una degustazione guidata di vini Planeta. A Palermo i luoghi scelti sono la Cupola del Santissimo Salvatore (5 ottobre), il Museo del Risorgimento (13 ottobre), il Mulino di Sant’Antonino (con una speciale degustazione di olio, il 19 ottobre), il 26 ottobre a Palazzo Asmundo e Villa Pottino (rispettivamente 26 ottobre e 3 novembre). A Palazzo Asmundo, inoltre, ogni venerdì e sabato alle 19 aperitivo tra le collezioni storiche e con vista sulla Cattedrale oppure alle 21 una cena di gala vista Cattedrale con un menu che guarda alla cucina dei monsù, i cuochi francesi delle famiglie blasonate.

Lo snodo di tutte queste visite e iniziative è il portale delle Vie dei Tesori, recentemente rinnovato e navigabile e adattato a ogni dispositivo. Qui si trova la piattaforma di booking e ticketing che consente di acquistare i biglietti. Vi sono carnet da 10 euro per altrettante visite guidate, da 5 euro per  4 visite guidate e il singolo biglietto da 2 euro.

Condividi

Related Posts

Un commento

  1. […] solo Le Vie dei Tesori: nel prossimo fine settimana ad aprire le porte di meravigliosi siti culturali della nostra regione […]

    Reply

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO