Appunti
La Sicilia apre alla street art

La Sicilia apre alla street art

Se vi piace la street art, la Sicilia è sicuramente una meta da tenere a mente. Negli ultimi tempi, infatti, anche qui si sono moltiplicate iniziative che vedono protagonista questa particolare forma d’arte. Una delle più appariscenti, per così dire, è stata la realizzazione, nel porto di Catania, della gigantesca decorazione dei grandi silos adibiti all’immagazzinamento delle granaglie. Artisti di rilievo internazionale come Okuda, Waone e Bo130 hanno realizzato ciascuno un’opera, dal mito di Ulisse e Polifemo a quello di Colapesce passando per il Minotauro. E se queste immagini vi sembrano grandi, aspettate di vedere quella che sta loro alle spalle: alto come un palazzo di dieci piani e ampio come un campo di calcio, il murales realizzato dall’artista portoghese Alexandre Farto – meglio noto come Vhils – è il più grande del mondo. L’opera raffigura un uomo che guarda il mare ed è il primo saluto di Catania a coloro che giungono in città con un’imbarcazione.

Proprio in questi giorni, e più precisamente dal 6 settembre, Ragusa accoglie FestiWall (www.festiwall.it), festival annuale d’arte pubblica incentrato sulla realizzazione di cinque grandi opere murali da parte di altrettanti artisti di fama mondiale. Di contorno, nell’ottica della diffusione della cultura contemporanea a 360°, ecco concerti e laboratori formativi. L’area scelta è il quartiere Selvaggio, una zona di edilizia popolare della quale, in questo modo, si spera di poter avviare la riqualificazione attraverso un approccio più emozionale e consapevole. Gli eventi e le mostre (a ingresso gratuito) si svolgeranno all’interno del Quartier Generale di FestiWall in Via Berlinguer.

Un’occasione, insomma, per organizzare una gita con gli amici in quel di Catania o di Ragusa – magari affittando un piccolo bus per spostarsi tutti insieme.

Se invece non avete voglia o possibilità di spostarvi da Palermo, non per questo dovete rinunciare alla street art, anzi, ancora meglio, potrete portarvela a casa. Il prossimo 23 settembre, infatti, la Mondello Italo Belga ha organizzato un’asta di beneficenza: il miglior offerente potrà portarsi a casa l’opera realizzata in spiaggia lo scorso 12 giugno dai writer Peeta, Rosk & Loste. L’asta si svolgerà presso il Mida Valdesi e il ricavato della vendita di questa e delle altre opere proposte sarà devoluto interamente alle vittime del terremoto del 24 agosto.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO