Appunti
Anno nuovo, mobilità nuova

Anno nuovo, mobilità nuova

Il 2016 porta a Palermo una vera rivoluzione nella mobilità. Vanno a regime, infatti, le numerose iniziative studiate dall’amministrazione comunale per rendere più semplici ma anche e soprattutto più sostenibili gli spostamenti dei cittadini.

ZTL Palermo

ZTL

Tante le novità con cui ci si trova a fare i conti, a cominciare dall’introduzione della ZTL in una gran parte del territorio urbano. Le Zone a Traffico Limitato entreranno in vigore fra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio. Per poter circolare nelle zone interessate bisognerà acquistare un pass del costo di 100 € per un anno o di 50€ per sei mesi. Ci saranno anche pass giornalieri, costeranno 5€. Solo le auto immatricolate dopo il 1999, comunque, potranno circolare (escluse dunque le Euro 0, 1 e 2). L’unica eccezione ammessa è per i residenti, che potranno utilizzare la propria auto, anche se molto vecchia, ma dovranno comunque pagare il pass, senza agevolazioni.
Visualizza la mappa interattiva delle ZTL di Palermo

Tram e passante ferroviario di Palermo

Tram, passante ferroviario e metro

Ultimati i lavori sulle quattro linee, circolano finalmente i tram. Il biglietto costa 1,40€ e vale 90 minuti, la frequenza prevista delle corse è ogni 7 minuti. I tram, che i palermitani hanno già potuto osservare durante la fase di collaudo in città, sono mezzi ecologici e veloci e sono stati pensati per collegare le periferie al centro, grazie alla prevista integrazione con il passante ferroviario – i cui lavori, tuttavia, sono ancora in corso: la conclusione è prevista per il 2018. Si dovrà aspettare ancora un po’, insomma, per poter utilizzare la “metro”, con fermate anche in pieno centro, al momento assenti.

Passante ferroviario Palermo

Passante ferroviario

Nell’attesa si può utilizzare la bicicletta: è partito, infatti, il servizio di bike sharing, sebbene non tutte le stazioni per il prelievo e il deposito delle bici siano state ancora collocate. Al momento i cicloposteggi sono nove (a regime saranno 37), ciascuno con 10 o 20 mezzi: piazza Alberico Gentili, piazza Don Bosco, piazzale John Lennon, via Aquileia, via dell’Autonomia Siciliana, viale Francia, via Marchese di Villabianca,via Scaduto e viale Praga. Per poterle utilizzare, bisogna sottoscrivere un abbonamento (25€). L’utilizzo della bicicletta, che va riconsegnata, alla fine dell’utilizzo, presso una delle stazioni, costa 50 centesimi per mezz’ora.
Bike sharing Palermo

Bike sharing

Con ordinanza comunale sono già stati autorizzati i lavori in altri 19 siti, dal centro – ad esempio via Principe di Belmonte, piazza Castelnuovo, piazza Marina – fino a Mondello, dove è prevista una stazione in piazza Caboto. Il servizio di bike-sharing è integrato con quello di car-sharing, già attivo da tempo in città. Chi è abbonato a quest’ultimo potrà abbonarsi anche al bike sharing pagando solo 10€ in più.

Credit: Tram a Palermo di Formica Rufa

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO