Appunti

La Galleria d’Arte Moderna di Palermo si riconferma sede di mostre di grande rilievo con l’appuntamento con cui chiude il 2019: “Leonardo. La macchina dell’immaginazione” sarà visitabile dal 17 settembre al 26 gennaio del prossimo anno, per celebrare i 500 anni dalla morte del grande genio italiano. Si tratta di una esposizione multimediale che integra linguaggi e competenze diverse – dal video all’animazione grafica ai sistemi interattivi – e si avvale della competenza scientifica dello storico dell’arte Edoardo Villata. Leggi tutto

Appunti

È in programma dal 13 al 26 di questo mese il festival Settembre UNESCO, un ricco cartellone di eventi, visite guidate, conferenze, videomapping (dal 23 al 36) e manifestazioni, nei tredici monumenti riferibili allo stile arabo – normanno che, per vari motivi, non sono rientrati nel sito seriale che, dal 2015, è patrimonio UNESCO. Leggi tutto

Servizi

Una flotta tutta nuova, per un servizio sempre più comodo e al passo con i tempi. È questa la nostra cifra per il 2019, a conferma dell’attenzione che Prestia e Comandè da sempre presta alla qualità del servizio. Leggi tutto

Appunti

La cucina siciliana viene a volte considerata “pesante”, una definizione che tuttavia non le rende per nulla giustizia. Se è vero, infatti, che alcune pietanze sono obiettivamente molto ricche – pensiamo agli anelletti al forno, ad esempio, con il tripudio di ragù, uova e salumi – è vero altrettanto che spesso la pesantezza è dovuta alla ricchezza delle porzioni! Allo stesso tempo, però, non mancano le ricette più leggere ed estive, ed è proprio a queste che dedichiamo oggi il nostro blog. Ecco allora le 5 pietanze estive della cucina siciliana. Leggi tutto

Appunti

Finiti i tempi in cui si prendeva l’aereo portandosi dietro borse e borsette, ombrelli e guantiere di dolci, zaini, beauty-case e trolley d’ogni forma e misura, sempre più ci troviamo a dover fare i conti con un bagaglio minimal. In sé non è un male, visto che comunque viaggiare leggeri è molto più comodo (e si limita il rischio di dimenticare qualcosa!) e dunque tanto vale fare di necessità virtù. Leggi tutto

Appunti

In Sicilia agosto è tradizionalmente un mese di feste patronali, sagre, eventi di vario genere. Non passa giorno che non ci sia qualche appuntamento a cui partecipare, e c’è davvero qualcosa per tutti i gusti – letteralmente! Prendete le sagre che i vari paesi dedicano alle loro produzioni e alle loro specialità. Leggi tutto

Appunti

Se ancora non avete deciso dove trascorrere le vostre vacanze – e siete curiosi di conoscere il trend del momento, potete consultare la ricerca che Birra Messina, lo storico marchio siciliano, ha commissionato all’istituto DOXA. Lo scopo dell’indagine era conoscere quale posizione ricopre la Sicilia in un ipotetico elenco di mete vacanziere, e per quale motivo. Terra di cultura e bellezza, l’isola si conferma tra le mete turistiche privilegiate dagli italiani: secondo l’ISTAT, la Sicilia ha conquistato il 1° posto tra le regioni nostrane con maggiore incremento turistico, con un aumento di turismo interno del 9,5% .

Ma perché, dunque, gli italiani scelgono la Sicilia? Il 63% dichiara che ad attrarlo è l’offerta culturale, mentre per il 41% l’interesse principale sono le tradizioni artigianali. Ci sono poi l’Etna (39%), l’entroterra poco conosciuto (38%) e il food, al 33%. Se invece parliamo di città, la meta più ambita è Taormina, seguita da Palermo (ricordate, se arrivate in aereo, troverete le nostre navette per il centro città ad aspettarvi! Acquistate il biglietto con la nostra app Prestia e Comandè). Sul podio anche la Valle dei Templi e, a seguire, altre splendide località: l’Etna, Agrigento, Siracusa, le Isole Eolie, San Vito Lo Capo, Catania e Noto.
L’ultimo dato della ricerca è molto incoraggiante: tra coloro che hanno già trascorso qualche giorno nell’isola, il 99% si dichiara soddisfatto e pensa di tornarci.

Appunti

Inizia domani, 24 luglio, con l’attesissimo concerto dell’Uri Caine trio, il programma estivo di Palermo Classica che, da quest’anno, apre una finestra sul jazz. Prestia e Comandè è partner della manifestazione e, nei giorni scorsi, ha premiato la fedeltà dei suoi passeggeri donando un buon numero di biglietti nell’ambito della raccolta punti BeAppyBus (se non avete completato la raccolta, non disperate, non ha scadenza, e vi sono sempre premi disponibili!). Il grande pianista statunitense suonerà con Mark Helias al basso e Clarence Penn alla batteria nell’atrio della Galleria d’arte moderna (piazza Sant’Anna 21), una delle due location della rassegna insieme allo Steri, in piazza Marina. Il programma della serata si dipanerà fra le note di “Catbird”, il prossimo cd in uscita entro la fine dell’anno.
Anche la sezione classica sarà inaugurata alla GAM, e il concerto inaugurale vedrà il ritorno a Palermo di Ivo Pogorelic: il leggendario pianista croato proporrà l’ouverture de “I Maestri Cantori di Norimberga” di Wagner, l’amato “Concerto per pianoforte e orchestra n. 2, Op. 18” di Rachmaninov e, in chiusura, la “Sinfonia n. 8 in Fa maggiore, Op. 93” di Beethoven. Il tutto accompagnato dagli ottanta musicisti dell’Orchestra Filarmonica Giovanile turca, sotto la direzione di Cem Mansur.

Palermo classica andrà avanti alternando concerti jazz e concerti di musica classica fino al 7 settembre, schierando sempre nomi di alto livello. Per quanto riguarda più specificamente il jazz, si continua il 29 luglio quando andrà in scena alla GAM il quintetto The New York Gypsy All Stars, una jazz band dallo spiccato carattere migrante che proporrà una serata coinvolgente e ricca di emozioni, con il suo sofisticato mix che spazia dalla world music al jazz e unisce ritmi metropolitani, hip-hop e funk alla musica tradizionale balcanica, armena e indiana. Il 4 agosto segna il ritorno a Palermo di Kurt Rosenwinkel Quartet, mentre l’8 agosto sarà la volta del Joey Calderazzo Trio. Sempre ad agosto, il 20, ecco l’orchestra del Tatum Art su musiche di Ellington, Weill e Bernstein, con solista il clarinettista Gabriele Mirabassi. La rassegna si chiuderà il 7 settembre con il concerto di uno degli indiscussi ambasciatori del jazz italiano nel mondo: il pianista Danilo Rea.
I concerti inizieranno sempre alle 21, per informazioni clicca QUI

Appunti

Non solo mare ma anche tante, splendide montagne: la Sicilia è un’isola sorprendente, dove basta fare pochi chilometri verso l’interno (magari a bordo di uno dei nostri pullmini a noleggio) per sfiorare i 2000 metri d’altitudine. Ecco perché ha senso organizzare un festival d’alta quota, e ci hanno pensato sulle Madonie: inizia il 21 luglio il Mùfara Fest (da un’idea di Carlo Ramo, che ne cura la direzione generale, e di un musicista come Dario Sulis, che firma la direzione artistica) un ricco cartellone che mette insieme cultura e natura. Un modo per riscoprire le Madonie e prendere contatto con un ambiente pressoché intatto, quello del monte Mùfara, lontano dalle luci della città e dall’inquinamento della metropoli. Per ogni appuntamento in programma si sale con la seggiovia biposto gestita dalla Piano Battaglia srl che ha promosso l’intero cartellone (passaggio A/R incluso nel biglietto): otto minuti, eccoci a quasi duemila metri e si respira a pieni polmoni.

L’appuntamento inaugurale la prossima domenica alle 15,30 nell’anfiteatro naturale “Massimo Accascina con le Quattro Stagioni di Vivaldi affidate al sestetto d’archi dell’Ensemble Aristarco”, musicisti che attraverso le note rappresentano le sfere celesti nelle teorie di Aristarco di Samo, matematico, fisico e astronomo greco considerato uno dei precursori di Copernico per una visione eliocentrica dell’universo (info e biglietti: 331 8173681 o cliccando QUI). Il “Mùfara Fest” continuerà fino al  3 novembre, oltre 30 appuntamenti con la musica jazz, il teatro, le letture, e ancora degustazioni (come quella delle acque autoctone, il 13 agosto), lezioni di yoga, escursioni, osservazione delle stelle e altro ancora. Si chiude con il botto, con una quattro-giorni, un “great weekend” colmo di eventi, tra il 31 ottobre e il 3 novembre.

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO