Appunti

Finiti i tempi in cui si prendeva l’aereo portandosi dietro borse e borsette, ombrelli e guantiere di dolci, zaini, beauty-case e trolley d’ogni forma e misura, sempre più ci troviamo a dover fare i conti con un bagaglio minimal. In sé non è un male, visto che comunque viaggiare leggeri è molto più comodo (e si limita il rischio di dimenticare qualcosa!) e dunque tanto vale fare di necessità virtù. Leggi tutto

Appunti

In Sicilia agosto è tradizionalmente un mese di feste patronali, sagre, eventi di vario genere. Non passa giorno che non ci sia qualche appuntamento a cui partecipare, e c’è davvero qualcosa per tutti i gusti – letteralmente! Prendete le sagre che i vari paesi dedicano alle loro produzioni e alle loro specialità. Leggi tutto

Appunti

Se ancora non avete deciso dove trascorrere le vostre vacanze – e siete curiosi di conoscere il trend del momento, potete consultare la ricerca che Birra Messina, lo storico marchio siciliano, ha commissionato all’istituto DOXA. Lo scopo dell’indagine era conoscere quale posizione ricopre la Sicilia in un ipotetico elenco di mete vacanziere, e per quale motivo. Terra di cultura e bellezza, l’isola si conferma tra le mete turistiche privilegiate dagli italiani: secondo l’ISTAT, la Sicilia ha conquistato il 1° posto tra le regioni nostrane con maggiore incremento turistico, con un aumento di turismo interno del 9,5% .

Ma perché, dunque, gli italiani scelgono la Sicilia? Il 63% dichiara che ad attrarlo è l’offerta culturale, mentre per il 41% l’interesse principale sono le tradizioni artigianali. Ci sono poi l’Etna (39%), l’entroterra poco conosciuto (38%) e il food, al 33%. Se invece parliamo di città, la meta più ambita è Taormina, seguita da Palermo (ricordate, se arrivate in aereo, troverete le nostre navette per il centro città ad aspettarvi! Acquistate il biglietto con la nostra app Prestia e Comandè). Sul podio anche la Valle dei Templi e, a seguire, altre splendide località: l’Etna, Agrigento, Siracusa, le Isole Eolie, San Vito Lo Capo, Catania e Noto.
L’ultimo dato della ricerca è molto incoraggiante: tra coloro che hanno già trascorso qualche giorno nell’isola, il 99% si dichiara soddisfatto e pensa di tornarci.

Appunti

Inizia domani, 24 luglio, con l’attesissimo concerto dell’Uri Caine trio, il programma estivo di Palermo Classica che, da quest’anno, apre una finestra sul jazz. Prestia e Comandè è partner della manifestazione e, nei giorni scorsi, ha premiato la fedeltà dei suoi passeggeri donando un buon numero di biglietti nell’ambito della raccolta punti BeAppyBus (se non avete completato la raccolta, non disperate, non ha scadenza, e vi sono sempre premi disponibili!). Il grande pianista statunitense suonerà con Mark Helias al basso e Clarence Penn alla batteria nell’atrio della Galleria d’arte moderna (piazza Sant’Anna 21), una delle due location della rassegna insieme allo Steri, in piazza Marina. Il programma della serata si dipanerà fra le note di “Catbird”, il prossimo cd in uscita entro la fine dell’anno.
Anche la sezione classica sarà inaugurata alla GAM, e il concerto inaugurale vedrà il ritorno a Palermo di Ivo Pogorelic: il leggendario pianista croato proporrà l’ouverture de “I Maestri Cantori di Norimberga” di Wagner, l’amato “Concerto per pianoforte e orchestra n. 2, Op. 18” di Rachmaninov e, in chiusura, la “Sinfonia n. 8 in Fa maggiore, Op. 93” di Beethoven. Il tutto accompagnato dagli ottanta musicisti dell’Orchestra Filarmonica Giovanile turca, sotto la direzione di Cem Mansur.

Palermo classica andrà avanti alternando concerti jazz e concerti di musica classica fino al 7 settembre, schierando sempre nomi di alto livello. Per quanto riguarda più specificamente il jazz, si continua il 29 luglio quando andrà in scena alla GAM il quintetto The New York Gypsy All Stars, una jazz band dallo spiccato carattere migrante che proporrà una serata coinvolgente e ricca di emozioni, con il suo sofisticato mix che spazia dalla world music al jazz e unisce ritmi metropolitani, hip-hop e funk alla musica tradizionale balcanica, armena e indiana. Il 4 agosto segna il ritorno a Palermo di Kurt Rosenwinkel Quartet, mentre l’8 agosto sarà la volta del Joey Calderazzo Trio. Sempre ad agosto, il 20, ecco l’orchestra del Tatum Art su musiche di Ellington, Weill e Bernstein, con solista il clarinettista Gabriele Mirabassi. La rassegna si chiuderà il 7 settembre con il concerto di uno degli indiscussi ambasciatori del jazz italiano nel mondo: il pianista Danilo Rea.
I concerti inizieranno sempre alle 21, per informazioni clicca QUI

Appunti

Non solo mare ma anche tante, splendide montagne: la Sicilia è un’isola sorprendente, dove basta fare pochi chilometri verso l’interno (magari a bordo di uno dei nostri pullmini a noleggio) per sfiorare i 2000 metri d’altitudine. Ecco perché ha senso organizzare un festival d’alta quota, e ci hanno pensato sulle Madonie: inizia il 21 luglio il Mùfara Fest (da un’idea di Carlo Ramo, che ne cura la direzione generale, e di un musicista come Dario Sulis, che firma la direzione artistica) un ricco cartellone che mette insieme cultura e natura. Un modo per riscoprire le Madonie e prendere contatto con un ambiente pressoché intatto, quello del monte Mùfara, lontano dalle luci della città e dall’inquinamento della metropoli. Per ogni appuntamento in programma si sale con la seggiovia biposto gestita dalla Piano Battaglia srl che ha promosso l’intero cartellone (passaggio A/R incluso nel biglietto): otto minuti, eccoci a quasi duemila metri e si respira a pieni polmoni.

L’appuntamento inaugurale la prossima domenica alle 15,30 nell’anfiteatro naturale “Massimo Accascina con le Quattro Stagioni di Vivaldi affidate al sestetto d’archi dell’Ensemble Aristarco”, musicisti che attraverso le note rappresentano le sfere celesti nelle teorie di Aristarco di Samo, matematico, fisico e astronomo greco considerato uno dei precursori di Copernico per una visione eliocentrica dell’universo (info e biglietti: 331 8173681 o cliccando QUI). Il “Mùfara Fest” continuerà fino al  3 novembre, oltre 30 appuntamenti con la musica jazz, il teatro, le letture, e ancora degustazioni (come quella delle acque autoctone, il 13 agosto), lezioni di yoga, escursioni, osservazione delle stelle e altro ancora. Si chiude con il botto, con una quattro-giorni, un “great weekend” colmo di eventi, tra il 31 ottobre e il 3 novembre.

Appunti

Inizia fra una settimana il torneo internazionale di tennis Palermo Ladies Open, uno degli eventi più prestigiosi dell’estate sportiva palermitana. Prestia e Comandè è uno dei partner della manifestazione, ospitata come sempre dal Country Club di Via dell’Olimpo. Dopo una breve pausa, durante la quale il torneo si è svolto in Malesia, l’evento torna così nella sua sede storica, il luogo che lo ha ospitato fin dalla sua nascita 30 anni fa.

Il torneo, che si svolgerà dal 20 al 28 luglio, si dipana fra due giorni di qualificazioni, quattro giorni di gare a eliminazione fino al 26 luglio, quando si svolgeranno le seminifinali del doppio; sabato sarà la volta della finale del doppio  e delle semifinali del singolo, mentre domenica si svolgerà la finale del singolo. Tante le agguerrite tenniste che si contenderanno il premio finale, capitanate dall’olandese  Kiki Bertens, la numero 4 del ranking mondiale, reduce dalla vittoria nel WTA Premier Mandatory di Madrid. In carriera la Bertens si è aggiudicata 9 titoli WTA in singolare e 10 in doppio, insieme a 18 titoli ITF. Vanta anche  una semifinale all’Open di Francia 2016, un quarto di finale a Winbledon lo scorso anno e una semifinale alle WTA Finals sempre lo scorso anno. Insieme a lei, fra le altre, Julia Görges, tedesca, che dall’anno scorso è una delle prime venti tenniste al mondo, un’avversaria temibile per via della notevole accelerazione e del diritto potente, insieme all’ottimo gioco a rete; Anna Karolina Schmiedlova, promessa del tennis slovacco, capace di battere, a soli 19 anni, un’avversaria come Venus Williams; Daria Gavrilova, detta Dasha, una delle tenniste più “social” con gli oltre centomila follower su Instagram. Per il 2019, l’obiettivo della giovane australiana è tornare fra le prime 30 tenniste al mondo.

Il PLO non è solo tennis. Vi saranno infatti diverse attività collaterali, quali le cene con le chef stellate Martina Caruso, Patrizia Di Benedetto e Caterina Ceraudo e  gli appuntamenti letterari con gli autori (fra gli altri Gaetano Savatteri, sabato 20, e Simonetta Agnello Hornby, giovedì 25).  All’esterno non mancherà il consueto village con stand commerciali e spazi espositivi.

Appunti

Siamo giunti a quel periodo dell’anno in cui il principale desiderio della maggioranza delle persone è andare al mare. Abbiamo deciso di venire loro incontro, allora, fornendovi cinque suggerimenti, cinque spiagge per vivere un weekend al mare Leggi tutto

Appunti

Quando si visitano le aree archeologiche uno dei ricorrenti motivi di meraviglia è la capacità dei nostri antenati di costruire edifici maestosi senza l’ausilio dei macchinari di cui oggi disponiamo. Leggi tutto

Facebook

Google+

Newsletter

RESTA AGGIORNATO