Appunti
Fotografia a Palermo

Fotografia a Palermo

Palermo è città di grande tradizione, per quanto riguarda la fotografia. Dagli Interguglielmi, che fotografarono i notabili palermitani e divennero infine “Fotografi della Real Casa” fino a Ferdinando Scianna, Enzo Sellerio e Letizia Battaglia, quest’arte è stata ed è degnamente rappresentata. Tanti poi gli appassionati, ai quali, negli ultimi tempi, sono state dedicate mostre di alto livello come quella di Cartier – Bresson e Steve Mc Curry. A questi oggi si aggiunge Robert Capa, uno dei grandi della fotografia del XX secolo. La mostra “Robert Capa – Retrospective”, fino al 9 settembre all’Albergo dei Poveri, ne ripercorre il lavoro nell’ambito delle celebrazioni dei 70 anni di Magnum Photos, di cui Capa fu fondatore insieme a Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David “Chim” Seymour e William Vandivert. Centosette gli scatti in mostra, tutti in bianco e nero, realizzati dal 1936 al 1954, l’anno in cui Capa morì, ucciso da una mina anti-uomo in Indocina. Tra le sezioni una dedicata a ritratti di celebrità, da Hemingway a Ingrid Bergman, e una con immagini della Sicilia dove il fotoreporter si recò al seguito dell’esercito di liberazione dell’isola da parte degli americani alla fine del secondo conflitto mondiale (visite martedì – domenica ore 10 – 19, ingresso 10€ compresa audioguida).

Contemporaneamente c’è anche un’altra grande mostra che gli appassionati non possono non visitare: “Nudes” è la prima antologica di Spencer Tunick e ne raccoglie scatti realizzati in tutto il mondo, da Shanghai a Parigi, dall’Australia a Brooklyn. Ciascuna foto vede impegnati centinaia, migliaia di volontari, come mostra anche il video che viene proiettato alla mostra per spiegare le fasi di realizzazione di ogni progetto. In mostra 14 foto stampate su teli di grande formato, 3 metri per lato, per offrire ai visitatori una sensazione di completa immersione, e altre 54 immagini di formato più ridotto (visite ore 10 – 18,30, ingresso gratuito). L’allestimento è ospitato dalla Galleria ZAC ai Cantieri Culturali alla Zisa, a pochi passi dal Centro Internazionale di Fotografia, fortemente voluto e oggi guidato da Letizia Battaglia. Il Centro propone nel corso dell’anno una quantità di workshop, laboratori e mostre. Al momento, ad esempio, sono in corso due esposizioni che indagano in maniera diversa il luogo:  “Paesaggi Critici” dei cinesi Weng Feng e Zhang Kechun (fino al 25 maggio); e “Poggioreale. Cinquant’anni dopo”,  raccontata dalle foto di Maurizio D’Angelo e Fabio Di Giorgi (fino al 30 aprile). Entrambe si possono visitare tutti i giorni dalle 11 alle 18,30, l’ingresso è gratuito.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Google+