Appunti
Intorno alle fermate “Libertà”

Intorno alle fermate “Libertà”

Nel suo percorso verso l’aeroporto Falcone e Borsellino, la nostra navetta effettua quattro fermate sulla via Libertà, da diversi decenni la strada principale della città. I primi lavori per la sua realizzazione furono iniziati nel 1848, ma solo nel 1910 si potè inaugurare l’intero viale, lungo oltre due chilometri e adornato di platani, sul modello dei boulevard francesi.
Anche se, purtroppo, diverse delle belle palazzine novecentesche che adornavano il viale sono state abbattute negli anni Sessanta e Sessanta per fare spazio a edilizia di dubbio gusto, pure la strada mantiene una sua eleganza e non sono pochi i luoghi in cui fermarsi sia per uno spuntino che per un pasto completo o un po’ di shopping.

Nei pressi di Piazza Francesco Crispi (che tutti i palermitani chiamano ostinatamente Piazza Croci, che era il suo nome fino al 1899, per via della vicinanza con la via delle Croci), ad esempio, si trova il ristorantino Bioesserì, con la sua ampia scelta di prodotti bio e a km 0 e il menu ricco di pietanze vegetariane, vegane e della tradizione siciliana. Molto buona anche la pizza (via G. La Farina 4).

Sulla piazza, al vicino civico 44 di via Libertà e sulla contigua piazza Mordini si dispongono le boutique di Giglio, che da quasi sessant’anni è il riferimento cittadino per i più diversi brandi del lusso, da Armani a Dior.
Pochi passi ci separano dal Giardino Inglese, luogo ideale per una sosta nel verde. La villa, con le sue piante esotiche, le aiuole, le sculture e le fontane, venne realizzata in stile inglese, appunto, al principio del Novecento.

La fermata successiva è nei pressi di un’altra piazza, intitolata ad Alberico Gentili. Scendendo qui ci si trova praticamente dirimpetto alla bella pinacoteca di Villa Zito, una grande ed elegante struttura antica in cui sono esposte le opere della Fondazione Sicilia, una collezione impressionante che spazia dal Cinquecento ai giorni nostri. Molto bello e curato l’allestimento, caratterizzato da soluzioni originali e una attenta scelta dei colori.
Al pianterreno della villa è presente una caffetteria, aperta da mattina a sera e molto frequentata all’ora dell’aperitivo. In alternativa si può raggiungere L’Archestrato di Gela, ristorante e pizzeria. Sul menu piatti ispirati alla tradizione e ai prodotti siciliani e buone pizze, lievitate naturalmente.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+