Notizie
Teatro e musica a Palermo

Teatro e musica a Palermo

Le navette per l’aeroporto di Punta Raisi di Prestia & Comandè passano ogni giorno davanti a due importanti teatri di Palermo: il Politeama Garibaldi, sulla grande piazza Ruggero Settimo, e il Biondo, su via Roma. Si tratta di due edifici storici della città, risalenti rispettivamente al 1874 e al 1903. Il primo ospita la stagione dell’Orchestra Sinfonica di Palermo – che si inaugura quest’anno il 20 ottobre con l’esecuzione di opere di Rachmaninov e Brahms-Schönberg – il secondo è invece lo Stabile di Palermo. Qui la stagione 2017 – 18, dal tema Sovrani e Impostori, inizia il 17 ottobre con Centomila, uno e nessuno, la curiosa storia di Luigi Pirandello. Di seguito il cartellone si dipana fra William Shakespeare, Euripide, Samuel Becket e diversi acclamati autori della scena contemporanea a cominciare da Emma Dante.

Naturalmente non sono questi gli unici due teatri cittadini.
Il primo da ricordare è ovviamente il grandioso Teatro Massimo, sede della stagione di lirica e balletti. La sua costruzione fu avviata nel 1875 e per realizzare quello che è oggi il più grande teatro lirico d’Italia (e il terzo in Europa) fu necessario radere al suolo un intero quartiere. Il progetto è di Giovan Battista Basile ma i lavori furono completati dal figlio Ernesto, considerato il padre del Liberty siciliano. Oltre ad assistere agli spettacoli (QUI il cartellone) si può visitare il teatro: il percorso comprende anche la terrazza, da dove si ammira un ampio e bellissimo panorama della città fino al mare.

Ci sono poi il teatro Garibaldi, recentemente ristrutturato, che però non è più un teatro ma è stato adibito a quartier generale di Manifesta, la biennale d’arte internazionale che l’anno prossimo si svolgerà proprio a Palermo, e il Teatro Santa Cecilia, anche questo recuperato da poco tempo alla fruizione, ospita la scena jazz della città, con i concerti del Brass Group.

Se preferite gli spettacoli di prosa e le operette, i riferimenti principali sono due: il Teatro Al Massimo e il Teatro Zappalà. Quest’ultimo, frutto dell’impegno dell’omonima famiglia di teatranti palermitani, arricchisce il proprio cartellone con spettacoli di teatro dialettale.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+