Appunti
Dieci motivi per venire in vacanza a Palermo

Dieci motivi per venire in vacanza a Palermo

Più volte in questi ultimi mesi abbiamo rilevato l’aumento del traffico all’aeroporto di Palermo, un trend positivo che ci ha portato a chiederci: quali sono i motivi che spingono tante persone a scegliere la nostra città? Le ragioni certo possono essere le più varie… noi qui ve ne elenchiamo cinque… (altri cinque la prossima settimana 😉 )

Mare

Mondello

Vista la stagione, parliamo subito del mare! Chi sceglie Palermo può fare una vacanza balneare recandosi nella zona di Mondello, se ama la spiaggia sabbiosa, o nella vicina Addaura, se preferisce le rocce. In entrambi i casi vi sono stabilimenti e accessi liberi, il mare è cristallino e invitante.

Monumenti

Cattedrale di Palermo

La quantità di edifici che narrano il passato di Palermo è veramente notevole. Il centro storico, il più vasto d’Europa, mostra i segni dei secoli con costruzioni che risalgono addirittura al Medioevo.

Food & wine

Pane e panelle

Quella palermitana è una gastronomia dall’impronta fortemente mediterranea con tanto pesce ma anche verdure, focacce e pasta – senza dimenticare lo street food, con le sue sfiziose specialità, sempre più ricercate. Ad accompagnare il tutto vini di altissima qualità, prodotti da cantine all’avanguardia.

Movida

ai Bottai

Sempre brillante, la movida palermitana raggiunge il culmine della vivacità nella bella stagione, quando il popolo della notte si riversa in strade e piazze. I giovani si incontrano fin dal crepuscolo e restano insieme spesso addirittura fino alle prime luci. E ci sono tanti locali in cui ballare.

Gallerie e musei

Museo Salinas

Il Salinas, recentemente riaperto, è un importantissimo museo archeologico, con la più vasta collezione italiana di reperti punici ed etruschi. E poi ci sono le gallerie con le straordinarie opere di arte medievale – uno fra tutti il Trionfo della Morte – moderna e contemporanea. E magnifiche opere d’arte in tutte le chiese della città.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+