Appunti
Un tuffo nel passato di Akragas

Un tuffo nel passato di Akragas

Un parco archeologico straordinario, quello della Valle dei Templi. Sito UNESCO dal 1997, riunisce alcune delle più imponenti testimonianze della civiltà greca in Sicilia. Vi si possono osservare, infatti, possenti templi, i resti degli antichi quartieri e luoghi pubblici fra cui il teatro, recentemente venuto alla luce.

La maggior parte dei siciliani ha visitato questo luogo con la scuola, ma vale sicuramente la pena tornarci, per rivedere le rovine dell’antica Akragas con un occhio adulto ma anche perché quello della Valle dei Templi è un parco “vivo”. Tanto per cominciare vi sono vaste zone dedicate alle coltivazioni di uva, olive e mandorle, e i prodotti vengono utilizzati per la produzione di vino, olio e pasta reale (presso la porta V e nel giardino della Kolymbetra sono presenti dei punti vendita). Inoltre è possibile fruire del parco organizzando al suo interno un picnic (nel giardino della Kolymbetra) o viaggiando sul treno storico lungo la vecchia linea ferrata che attraversa la Valle da Agrigento a Porto Empedocle (solo se si è in gruppo o in date prestabilite: info sul sito www.ferroviekaos.it).

legionari-romani

Infine, ed è lo spunto che vogliamo offrirvi oggi, nel fine settimana del 6-7 maggio si potrà assistere a una interessante rievocazione storica. L’evento, organizzato da PastActivity, un’associazione culturale nata l’anno scorso per iniziativa di tre archeologi, riporta al 210 a.C. ed esattamente alla conquista di Akragas, contesa fra l’esercito punico e quello romano. I visitatori potranno aggirarsi fra le tende dei due accampamenti e osservare da vicino le attività e l’allenamento militare. L’ingresso è gratuito e possiamo immaginare che, vista la novità di questa iniziativa, ci sarà un buon afflusso di pubblico.
Per non trovarvi in difficoltà per il parcheggio, vi suggeriamo senz’altro di contattarci per prendere a noleggio un pulmino: potrete viaggiare comodamente, tutti insieme.

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+