Appunti
A spasso per presepi in Sicilia

A spasso per presepi in Sicilia

Il senso più profondo del Natale, il messaggio di gioia e speranza e pace che tutti ci auguriamo possa pervadere il mondo intero, si esprime con forza attraverso il presepe. Vivente o no, meccanico, d’avanguardia, tradizionale che sia, è uno dei simboli più potenti e amati di questo periodo festivo.

La Sicilia, quanto a presepi, non è seconda a nessuno. Vengono allestiti praticamente ovunque, coinvolgendo in alcuni casi quartieri interi. È quel che accade a Sutera, uno dei Borghi più Belli d’Italia, dove il presepe da 19 anni viene allestito nel quartiere Rabato, un dedalo di viuzze, piazzette e case in pietra che testimoniano dell’antica anima musulmana di questo piccolo paese. I figuranti mettono in scena i mestieri tradizionali siciliani, allestendo una trentina di tableau vivents che mostrano altrettante attività quotidiane. Il tutto il 25, 26, 29 e 30 dicembre e il 3, 5, 6 (con l’arrivo dei Re Magi) e 7 gennaio (apertura alle 17, ingresso 6€).

Il giorno di Natale e di Santo Stefano e poi ancora l’1, 6 e 7 gennaio, va in scena il Presepe vivente di Ispica, che si caratterizza per la singolare ambientazione all’interno dell’area archeologica di Cava d’Ispica, oltre che nel centro storico della piccola città in provincia di Ragusa.
Uno scenario naturale molto suggestivo e pittoresco che comprende tante tracce dell’uomo quali santuari rupestri, una necropoli, ruderi di chiese e edifici sette-ottocenteschi. Decine di figuranti, ma anche attori professionisti, danno vita a circa 50 antichi mestieri siciliani. Maggiori info su: www.presepeviventeispica.com.

Dal nostro elenco di proposte non può mancare il presepe vivente di Custonaci, uno dei più accurati, fra i primi a essere allestiti, 35 anni fa. Lo scenario in questo caso è il borghetto di case rustiche costruito nell’Ottocento all’interno della grotta di Scurati, una cavità naturale a breve distanza dal paese di Custonaci. Grazie all’attento restauro il borgo di Scurati è un luogo eccezionale in cui si ha distintamente la sensazione di essere trasportati indietro nel tempo. Oltre 160 interpreti, tra artigiani-artisti, maestranze contadine e figuranti, danno vita a questa vera e propria sacra rappresentazione. La biglietteria viene allestita nel centro di Custonaci. Il biglietto, del costo di 10€, oltre alla visita del presepe e al servizio navetta per e dalla grotta, comprende anche le visite al Santuario Maria S.S. ma di Custonaci e al Museo Arte e Fede. In occasione del Natale, e fino al prossimo 8 gennaio, a Custonaci sono in programma tutta una serie di manifestazioni quali concerti, mostre, visite, degustazioni ecc. Il presepe si visita il 25 e 26 dicembre e dal 5 all’8 gennaio.

Come sempre, parlando di gite, il nostro consiglio è di organizzarsi con gli amici per prendere a noleggio un pullman. Sono disponibili in diverse misure, e sono tutti confortevoli. Chiedici un preventivo!

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+