Appunti
Palermo, città di vacanze culturali

Palermo, città di vacanze culturali

L’inserimento del patrimonio monumentale arabo – normanno di Palermo nella lista dei Beni dell’Umanità dell’UNESCO ha confermato il capoluogo siciliano come destinazione privilegiata del turismo culturale. Il prestigioso riconoscimento internazionale, infatti, ha sancito quello che da tempo sanno i visitatori di tutto il mondo: l’offerta culturale di Palermo è fra le più interessanti del Mediterraneo.
Circa 3000 anni di storia hanno reso la città ricca di monumenti di epoche diverse, le hanno dato una ricchezza antropologica, linguistica ed etnologica che la rende unica nel suo genere. Senza dimenticare la vivace vita culturale contemporanea, testimoniata da gallerie d’arte, stagioni liriche e di prosa, conferenze e iniziative di vario genere come, proprio in questi prossimi giorni, Le Vie dei Tesori (www.leviedeitesori.com), apertura straordinaria di ben 90 siti monumentali ai quali sarà possibile accedere pagando la visita guidata appena 1 euro. L’elenco comprende non solo siti che sono normalmente accessibili, anche se con un ticket più costoso (ad esempio la Villa Zito, che ospita le prestigiose collezioni pittoriche della Fondazione Banco di Sicilia, o il tesoro e la Cripta della Cattedrale) ma anche palazzi, chiese e altri siti che, viceversa, sono chiusi sempre o quasi. Fra questi il rifugio antiaereo del Palazzo di Città e il Villino Ida, magnifico esempio di liberty (peraltro l’adesione all’iniziativa segna la sua apertura al pubblico anche per il futuro).

Non solo monumenti, peraltro. Come accennato, a Palermo si può venire anche per assistere a bellissimi spettacoli: il Teatro Massimo, ad esempio, una delle più importanti istituzioni liriche del nostro paese, programma ogni anno una serie di notevolissimi spettacoli. La prossima stagione, in particolare, si aprirà il 21 gennaio con Macbeth di Verdi, per la regia di Emma Dante e la direzione d’orchestra di Gabriele Ferro. Si tratta di un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Regio di Torino, che vede protagonisti i migliori cantanti della nuova generazione: Macbeth sarà Luca Salsi.Nel 2017 il Massimo celebra i 120 anni dall’inaugurazione e i venti della riapertura, nonché i settanta anni del compositore Salvatore Sciarrino, che verrà festeggiato con la messa in scena di Superflumina. La stagione si dipana fra grandi classici con La Traviata e l’Italiana in Algeri e progetti speciali come #Madreincerta di Marco Paolini, regista e voce recitante. Uno spettacolo dedicato al futuro, sul rapporto tra tecnologia e natura. Senza dimenticare la stagione sinfonica che inizierà il 4 febbraio e vedrà avvicendarsi musicisti del calibro di Maurizio Pollini, Ludovico Einaudi e Thomas Quasthoff.
Serve qualche altra scusa per organizzare una vacanza a Palermo? 😉

Condividi

Related Posts

Un commento

  1. Shopping a Palermo | Prestia e Comandè

    7 ottobre 2016 at 13:05

    […] i monumenti e i musei, passeggiato nel centro storico, fatto il bagno a Mondello (dove l’estate durerà almeno fino […]

    Reply

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+