Notizie
L’aeroporto di Palermo, sempre in evoluzione

L’aeroporto di Palermo, sempre in evoluzione

Lo scorso mese di luglio ha segnato un record per l’aeroporto di Palermo “Falcone e Borsellino”: sono passati dall’aeroporto, infatti, oltre mezzo milione di passeggeri, pari a un incremento dell’8% rispetto all’anno scorso o, in altre parole, 1200 passeggeri in più al giorno.

Un bel risultato che rende ancora più pressante la necessità di ammodernare l’aerostazione per venire incontro a un pubblico di viaggiatori non solo sempre più numeroso ma anche sempre più esigente. Così sono stati attivati, ad esempio, dei punti di ricarica per apparecchi elettronici ed è disponibile il wifi gratuito, senza obbligo di registrazione. E mentre sono da poco tornati operativi i sette fingers (pontili d’imbarco) che erano stati chiusi per manutenzione ordinaria e straordinaria, sono quasi terminati i lavori nella nuova palazzina uffici. L’edificio, a sinistra dell’aerostazione, ha bisogno soltanto che vengano definitivamente collegati gli impianti e subito dopo (entro Natale 2015, secondo le previsioni) potranno essere trasferiti gli uffici amministrativi. In questo modo si potranno guadagnare nuovi spazi da destinare ai servizi ai passeggeri. Più precisamente si prevede di realizzare un’area di ristorazione con vista sul mare.

Intanto si lavora anche sugli impianti meccanici, elettrici e architettonici dell’area arrivi, la cui apertura è prevista per la prima metà del prossimo anno, e sulla centrale tecnologica che deve garantire la climatizzazione dell’aerostazione. Anche questa è quasi pronta.

Ma se la “nuova” Punta Raisi è già praticamente pronta, non si ferma la progettualità. Nell’ambito dell’adeguamento anti-sismico, infatti, i cui lavori dovrebbero iniziare nel 2017, sono previsti anche altre rinnovamenti che saranno più “tangibili” per i passeggeri. Gli imbarchi, ad esempio, saranno semplificati e velocizzati mediante la realizzazione di nuovi fingers e di passerelle a terra per poter raggiungere anche a piedi gli aeromobili. E anche da un punto di vista architettonico ci sarà qualche intervento, con l’apertura di nuove grandi vetrate dalle quali si potrà guardare sia verso i monti che verso il mare. Del resto, osservare lo spettacolo degli aerei che atterrano e decollano è da sempre uno dei passatempi preferiti dei viaggiatori in attesa, grandi e piccini!

Condividi

Related Posts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

Facebook

Google+